Quando ti guardi intorno

aprile 5, 2008

Originario di Ploieşti, Romania, il diciottenne Alexander Silviu Dorofte – in arte Spitty Cash – racconta la Pesaro violenta in cui è cresciuto troppo in fretta: tra indigenza economica, microcriminalità e narcotraffico, Spitty ha fatto sua la lezione del gangsta-rap newyorkese (Get rich or die tryin’ , parafrasata con “voglio fare il cash”) e ha imposto la sua legge al quartiere (“e non dire porca miseria quando c’è Spitty nella area”).
Spitty non pecca di venalità e prima degli affari mette sempre la sua grande passione, il rap, di cui smonta – senza rimontare – ritmi, accenti e metrica. Il music business, come denunciato da Masini, è spietato anche con chi ha talento (“m’hanno buttato giù, ho preso cazzi in cù”) ma non sa che Spitty è un osso duro (si definisce “gangster fino alle palle”) che risponde ai pareri negativi con l’autoproduzione (“non smetterò mai di fare rap, vaffanculo”). Il suo primo singolo è come “il cazzotto che sottolinea l’idea” di Storace e ci sbatte in faccia la dura realtà sociale delle nostre periferie: Pesaro sta a Spitty Cash come Queens a 50cent.

Quando ti guardi intorno
Vedi i bambini poveri
E non solo
Lo so che non è facile per loro
Ma neanche per me

Metal Carter e Mondo Marcio ripassino le loro rime. C’è un nuovo gladiatore nell’arena.

video di “Problemi del ghetto” – MySpace di Spitty Cash, con il nuovo singolo “Roma/Romania” – segnalato da Alessandro

Annunci

4 Risposte to “Quando ti guardi intorno”

  1. Mario Says:

    “Il cazzotto sottolinea l’idea”. Questa l’originale.
    Grandissimo Storace. E Spitty è già entrato tra i miei preferiti di youtube.

  2. massi Says:

    dice mi sono fatto un cubetto, non un gruppetto!!
    comunque grande alexander ( in arte spitty!)

  3. Amaidi Says:

    Sui versi di Spitty si sono spesi fiumi d’inchiostro, e talvolta è proprio difficile capirli. “Fare un cubetto” cosa potrebbe significare? Pensavo a gruppetto nel senso di “crew” o “ballotta” nel gergo hip-hop. Chiedo venia per la leggerezza che mi ha portato a travisare le parole di un grande poeta contemporaneo.

    Riguardo a Storace, la frase originale mi pare fosse “Il cazzotto sottolinea l’idea e la rafforza”, quindi abbiamo ragione (o torto) tutti e due.

  4. gio Says:

    mi ha segnalato il video hermes. l’ho visto. allucinante. ma come diavolo fai a trovare schifezze di tale calibro??
    esilarante!!
    e come questo anche le varie interviste a maurizia (trans leghista) e a mastella che “ha pianto dentro, non fuori”.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: