Posts Tagged ‘mcllroy’

GOTO recycle;

luglio 16, 2009

(pubblicato su Il Contesto – numero 10, aprile 2009)

Nonostante lo smaltimento del software in disuso non comporti spese ingenti, l’industria informatica ha sempre dimostrato forte interesse nelle tecniche di riuso di questo prezioso asset tecnologico. Anche se non mancano analogie, il tentativo di estrarre valore da codice sorgente obsoleto o invenduto pone problematiche più complesse del riciclo di alluminio e vetro.

Nel 1968 Douglas McIlroy ha suggerito l’importanza dello sviluppo e della standardizzazione di componenti software riutilizzabili: il suo paper intitolato “Mass produced software components” ha inaugurato una serie di sforzi ingegneristici volti a facilitare il riuso di prodotti software in contesti differenti. I design patterns degli anni ’90, ispirati al metodo ideato dall’architetto Christopher Alexander per risolvere problemi ricorrenti di urbanistica, e i framework commerciali basati su tecnologie Java e C# dell’ultima decade ribadiscono la centralità che questo concetto riveste nell’ingegneria del software.

Il luogo in cui il riuso ha più spazio operativo è senza dubbio la comunità open source: l’irlandese recycle_keyboardTim O’Reilly, fondatore di O’Reilly Media – uno più autorevoli editori internazionali di manualistica informatica – sostiene da anni i vantaggi del riciclo del software abbandonato. Una parte di codice può sempre essere convertita in materia prima a basso Leggi il seguito di questo post »